Ecco qualche informazione utile per il tuo viaggio a Zanzibar

  • Cosa devo portare in valigia?

    Ti consigliamo di portare nel tuo bagaglio a mano medicinali di prima necessità, scarpe e abbigliamento da trail. Il clima dell’isola è tropicale e umido.

  • Devo fare dei vaccini obbligatori per soggiornare a Zanzibar?

    Per soggiornare a Zanzibar non è prevista nessuna vaccinazione obbligatoria, anche se la profilassi malarica è consigliata. Alcune cautele sono indispensabili per difendersi dalla zanzara che trasmette la malaria: uno spray protettivo, l’uso di zanzariere di notte, indossare vestiti chiari ed evitare l’utilizzo di profumi. Consulta il tuo medico di base o il tuo distretto sanitario per maggiori informazioni.

  • Quali documenti sono necessari per il soggiorno a Zanzibar?
    Per i cittadini di nazionalità italiana è necessario il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi dalla data di partenza, almeno due pagine libere per il timbro. Per entrare sull’isola occorre essere muniti di visto d’ingresso, ottenibile all’aeroporto Zanzibar al costo di 50 Dollari. Le tasse di uscita dovranno essere pagate in aeroporto al banco del check-in prima del rientro in Italia e sono di circa 40/50 Dollari per i voli Charter e di circa 10 Dollari per i voli di Linea.
    Le Autorità locali preposte possono introdurre, annullare e modificare le tasse in qualsiasi momento e devono essere corrisposte direttamente dal passeggero in loco.
  • Che valuta si usa a Zanzibar?

    La valuta locale è lo Scellino Tanzaniano (TZS), Euro e dollari americani sono accettati ovunque. IDollari (USD) devono avere la data di emissione dal 2006. 1 Euro equivale a circa 2.450 TZS, a seconda del cambio giornaliero. Vengono accettate le maggiori carte di credito, purché non siano elettroniche.

  • Qual è il clima di Zanzibar?

    Il clima dell’arcipelago è tropicale e presenta un’alta percentuale di umidità. Da dicembre a marzo gli alisei soffiano da nord-est, mentre da maggio a ottobre soffiano da sud-est. Le grandi piogge cadono da metà marzo a fine maggio, periodo durante il quale potrebbe piovere ogni giorno; le piccole piogge cadono tra novembre e dicembre e possono protrarsi fino a gennaio, mentre la stagione secca comprende i mesi da dicembre a febbraio e da giugno a ottobre.

  • Tre motivi per visitare Zanzibar

    Il primo le sue spiagge, fatte di morbida sabbia bianca. Passeggiare lungo il bagnasciuga di Zanzibar è un’esperienza speciale: potrete lasciarvi trasportare dai mille volti delle albe e dei tramonti, in un luogo in cui le sfumature del cielo sono più vivide e brillanti di quelle di qualsiasi cartolina.

    Il secondo l’ospitalità.. La popolazione dell’isola è inoltre benedetta da una serie di attrazioni naturali incredibili, che avrete la possibilità di visitare, come la foresta di Jozani (dove è possibile avvistare il colobo rosso di Kirk, la scimmietta simbolo dell’arcipelago), oppure imbarcarvi alla volta di Prison Island, sede delle antiche prigioni degli schiavi e oggi abitata da tartarughe giganti.

    Il terzo  Freddie Mercury. A Stone Town, centro dichiarato patrimonio dell’umanità UNESCO, nacque infatti lo storico cantante dei Queen. I visitatori possono ammirare la casa in cui è nato e assaporare i tipici piatti della sua terra presso l’omonimo ristorante che si trova sul lungo mare. Chiodi di garofano e cannella, zenzero e cardamomo, ma anche pepe e vaniglia sono i profumi delle famose spezie di Zanzibar, che riempiono strade e bazar di inebrianti odori, capaci di conquistare e di rimanere impressi a lungo nella memoria del visitatore. Grazie alla sua posizione subequatoriale l’isola di Zanzibar gode di un clima caldo e soleggiato durante tutto l’arco dell’anno.

  • Cosa acquitare a Zanzibar?

    L’artigianato locale offre moltissimo: dalle statue e maschere di legno, ai dipinti locali agli strumenti musicali tipici, soprattutto tamburi; monili in argento, pietre dure (soprattutto malachite), pietra saponaria, e gioielli in perline tipici dei Maasai; tessuti in cotone stampato, coltelli, lance, frecce, archi (occorre una specifica autorizzazione per l’introduzione in Italia di armi improprie).

    Ricordiamo che è vietata l’importazione e l’esportazione di avorio, pelli o trofei di animali.

  • Ti puoi collegare a Internet?

    Collegamento ad internet con vostro computer/cellulare/tablet tramite connessione Wireless GRATUITA nella zona Ristorante/Hall tutti i giorni dalle 09:00 alle 12:00 e dalle 14,00 alle 20,00.

  • Consigli utili

    Raccomandiamo di portare nel bagaglio a mano le medicine di uso personale, le scarpe da Trail e l’attrezzatura per la corsa.

    Consigliato l’uso di creme solari altamente protettive.

    Considerati i forti limiti nei reperimenti in loco  i singoli partecipanti devono autonomamente portare al seguito i propri farmaci di uso abituale. Consigliamo di automunirsi di piccola trousse di viaggio ad uso personale con antiinfiammatori, antidolorifici colliri vari, aspirine, antidiarroici, antirepellenti, creme cerotti e i medicinali più comuni.